Cosmobikeshow 2020.
Le bici elettriche piacciono.

 

Siamo stati al Cosmobikeshow2020 domenica 16 febbraio, ultimo giorno di fiera.
Com’è andata? Di solito ad una fiera ci si aspetta grandi novità, questa volta è stata un po diversa, abbiamo notato fin da subito una grande presenza e conferma per tutto il settore E-BIKE, partendo dalle E-MOUNTAIN BIKE per virare poi alle più recenti entrate in scena di E-GRAVEL e E-ROAD BIKE, conferma di una tecnologia che sta diventando sempre più apprezzata dal pubblico.

Per quanto riguarda invece le bici per tutti i giorni, le classiche citybike, ma con pedalata assistita, Olympia presenta un’ampia scelta di modelli, che a nostro avviso per rapporto prezzo, robustezza e prestazioni si confermano come un’ottima scelta.

Si parte dalla più accessibile, come la Energò, con ruote da 26 pollici, telaio in alluminio, forcella anteriore ammortizzata, motore posteriore e batteria da 365Wh.
Nella fascia centrale si posizionano, le Marathon con autonomia della batteria di 365Wh, le Roadster di 465Wh e con l’aggiunta dei freni idraulici, anch’esse con telaio in alluminio.
Nella fascia più alta si posizionano invece le Magnum e le Mistral, con autonomia della batteria che spazia dai 522Wh ai 900Wh della Olympia PowerNine, forcelle dall’escursione più ampia e freni a disco idraulici, telaio in alluminio e motori che spingono dagli 80Nm ai 100Nm della Mistral. Tutte montano cambio Shimano.

Olympia con questi modelli copre la maggior parte delle soluzioni di utilizzo di una bici elettrica nell’uso quotidiano cittadino.

Allo stand di Wilier, per le road bike, apre la scena la nuova WILIER ZERO SLR, nuova nata della casa di Rossano Veneto, una bici molto particolare che porta con sé una tecnologia altamente evoluta. Non poteva mancare esposta in bella vista la ZERO SLR con la livrea della ASTANA, con la quale sta godendo di diversi successi nel mondo professionistico.

La ZERO SLR si fa notare, per raffinatezza, tecnologia, integrazione e design.
È una bici che di certo non passa inosservata.
Anche gli altri modelli da strada rimangono conferma di soluzioni di successo. Cavallo vincente non si cambia.

Per il mondo Gravel rimangono Jareen, Jaroon e Jena, tre bici con caratteristiche molto diverse, per tutte le tasche ed esigenze, lasciano invece spazio le nuove colorazioni davvero molto curate.

Per le MTB, 110FX come soluzione Full per Downhill o Enduro, 110X e 101X dedicate all’XC e Cross Country, per l’Offroad invece trovano spazio le diverse proposte della 503. Per invece le E-MTB, Wilier propone  soluzioni full con la 101FX HYBRID e la E903TRN, mentre per le front trovano spazio la 101X HYBRID, la E903 e la E803.

Ma non finisce qui, perché Wilier accontenta anche il pubblico appassionato di Gravel con la nuova JENA HYBRID, mentre a tutti coloro che prediligono la strada due sono le scelte, la CENTO1 HYBRID dalle geometrie endurance si posiziona come modello di entrata nelle E-ROAD BIKE di Wilier, per tutti coloro che cercano invece una bici da corsa dal dna race e che non sembri assolutamente una bici elettrica, ecco che la CENTO10 HYBRID può essere la soluzione perfetta. Sorella della muscolare CENTO10PRO ma con l’integrazione della tecnologia elettrica.

Rimane interessante invece lo spazio dedicato a INFINITAMENTE, il nuovo sistema che l’utente ha di personalizzare in maniera unica la colorazione della propria Wilier.

Open chat
Hai bisogno di informazioni?